Riconoscimento attività lavorativa

In sostituzione allo stage curriculare lo studente può richiedere il riconoscimento dell'attività lavorativa, può essere equiparata alla frequenza dello stage curriculare, sia l’attività di lavoro che lo studente svolge e/o abbia svolto presso un’azienda, ente, impresa o studio professionale, pubblica o privata, italiana o straniera, sia un tirocinio precedentemente svolto. In entrambi i casi la durata dell’attività svolta non potrà esser inferiore a 200 ore.

La Commissione tirocini (CT) valuterà la congruità dell’attività svolta con le finalità formative del corso di studio.

a) lettera di richiesta, indirizzata alla CT, nella quale lo studente descrive l’attività svolta e motiva la richiesta (in allegato)

b) copia dell’attestazione del pagamento, contratto o autocertificazione del datore di lavoro sull'attività svolta

c) curriculum dello studio/struttura

d) portfolio dei lavori svolti

e) modulo di autocertificazione di attività lavorativa, nel quale il datore di lavoro attesta il raggiungimento delle 200 ore (minime) previste (in allegato)

Nei casi in cui non sussista uno dei punti precedentemente elencati lo studente dovrà ripetere o integrare l’attività.

 

Ultimo aggiornamento: 03-05-2018 - 14:46