Tirocinio curricolare e Stage di progettazione

Sono previste diverse tipologie di tirocinio, che si distinguono per finalità e per tipo di destinatari:

  • (TFO) Tirocinio formativo e di orientamento, che può essere "curriculare", se inserito all'interno di un percorso di studi universitario, a prescindere dall'acquisizione di CFU (crediti formativi universitari)
  • Di inserimento lavorativo "extracurriculare", per neolaureati fino a 12 mesi dal conseguimento del titolo, per un massimo di 6 mesi;
  • (TP) Tirocinio professionalizzante: destinati a coloro i quali devono accedere alle prove di abilitazione all'esercizio di una professione

I requisiti per poter svolgere un tirocionio sono (alternativamente):

a) essere studenti iscritti all’Università degli Studi di Trieste

b) avere conseguito un titolo presso l’Università degli Studi di Trieste da non più di 12 mesi (24 mesi per i disabili)

Tirocini di inserimento lavorativo o post laurea

È un'esperienza che permette di affrontare e approfondire la conoscenza diretta con il mondo del lavoro.

Generalmente non hanno l'obiettivo di dare adito al riconoscimento di CFU e sono regolamentati dal Decreto del Presidente della Regione Friuli Venezia Giulia 18 ottobre 2016 n. 198.

Il tirocinio (chiamato anche «stage», con pronuncia francese) non costituisce rapporto di lavoro pertanto non comporta l'obbligo di retribuzione da parte dell'azienda, né obbligo di versamento previdenziale, ma comporta l'obbligo in capo al soggetto ospitante o ad un soggetto terzo che intende sostenere finanziariamente il tirocinio, di corrispondere un'indennità forfettaria a favore del tirocinante.

Può essere promosso fino a 12 mesi dopo il conseguimento del titolo, per un massimo di 6 mesi (in Italia sono regolamentati dalle Regioni in cui hanno sede le strutture ospitanti; per il Friuli Venezia Giulia si veda il Decreto del Presidente della Regione del 18 ottobre 2016 n. 198)

L'attivazione dei tirocini di inserimento lavorativo è di competenza dello Sportello Lavoro dell'Ateneo. Per ulteriori informazioni: sportellolavoro@units.it

Tirocini curriculari: stage di progettazione (vedi anche le pagine dedicate nello spazio tutori - menù a sinistra)

Lo stage di progettazione è una esperienza che mira ad integrare l’offerta formativa ricevuta nel corso delle lezioni e dei laboratori con la partecipazione ad un’esperienza lavorativa che gli consenta di applicare concretamente le conoscenze acquisite. Il Regolamento tirocini disciplina lo svolgimento delle attività di tirocinio.

Le caratteristiche peculiari

L’esperienza di apprendimento consente di mettere in dialogo i saperi teorici acquisiti nel percorso curricolare con i saperi pratici delle concrete realtà aziendali. Lo studente è accompagnato in tale esperienza da un tutore aziendale e da un tutore universitario, che collaborano nell’individuazione di un progetto formativo a misura dello studente, così come nella valutazione degli esiti conseguiti.

Come accedere:

Lo studente che intende avviare il periodo di tirocinio, deve individuare l’azienda/studio dove svolgere il tirocinio e verificarne la disponibilità.

Se l’azienda è disponibile, bisogna verificare che questa abbia stipulato una convenzione con l'Ateneo, al fine di estendere la copertura assicurativa universitaria presso il luogo in cui verrà effettuato il tirocinio. Prima di stipulare una nuova convenzione la Commissione Tirocini valuterà l’idoneità dell’azienda da convenzionare, in base al curriculum che sarà consegnato dallo studente al Servizio di Tutoraggio (almeno un mese prima di iniziare).
Per la stipula di nuove convenzioni con enti pubblici è richiesto obbligatoriamente l'utilizzo della procedura digitale, ossia la sottoscrizione tramite firma digitale (ai sensi del D.Lgs. 82/2005 s.m.i. e norme collegate) e l'invio tramite PEC (posta elettronica certificata) all'indirizzo: dia@pec.units.it

L’Università, tramite la sottoscrizione della convenzione, assicura i tirocinanti contro gli infortuni sul lavoro presso l'INAIL, la copertura antinfortunistica è assicurata mediante la speciale forma di "gestione per conto" dello Stato prevista dal combinato disposto dagli artt. 127 e 190 del T.U. I.N.A.I.L. – D.P.R. n. 1124/65 - e regolamentato dal D.M. 10.10.85 nonché per la responsabilità civile.

Polizze assicurative:

1. infortuni sul lavoro INAIL Gestione per conto dello Stato prevista dal combinato disposto dagli artt. 127 e 190 del T.U. INAIL (DPR n. 1124/65) e regolamentato dal D.M. 10.10.85
2. responsabilità civile verso terzi: posizione RCT/O n. ITCASC03613 CHUBB EUROPEAN GROUP LTD con scadenza il 30/06/2019.
Le assicurazioni coprono il tirocinante nelle sedi del tirocinio, ma non nel tragitto per raggiungerle o nelle trasferte.
Esiste anche una polizza cumulativa per la copertura di infortuni, anche in itinere, con costo a carico dei singoli. Il premio lordo pro capite annuo è di 55 euro, con la possibilità di aderire anche per periodi più brevi utilizzando il modulo in allegato.

Progetto formativo

Una volta stipulata la convenzione, bisogna concordare il programma di tirocinio, gli obiettivi, l'inizio, la fine e la durata, e compilare il “progetto formativo”, il documento che attesta ufficialmente l'esperienza di tirocinio. Tale documento va consegnato in triplice originale al Servizio di Tutoraggio, e dev'essere firmato dal responsabile dell'azienda ospitante, dal direttore del dipartimento (o suo delegato), dallo studente tirocinante e dal tutore universitario

Per ogni tirocinio vanno individuate 2 figure: 
- il tutore universitario (docente a scelta dello studente): in qualità di responsabile didattico dell'attività di stage, è colui che consiglia e indirizza il tirocinante valutando in particolare l’attinenza degli obiettivi formativi del tirocinio con quelli degli studi;
- il tutore aziendale: è il responsabile dell’inserimento dei tirocinanti all’interno dell’azienda ospitante.

La convenzione (in duplice originale), il curriculum dell’azienda e il progetto formativo (in triplice originale), sono da consegnare al Servizio di Tutoraggio prima di iniziare il tirocinio (almeno un mese prima).

Offerte di tirocinio - vengono pubblicate nella bacheca dello Sportello del Lavoro

Quando presentare domanda:

Lo studente può presentare la documentazione durante il quarto o il quinto anno del C.d.L a Ciclo Unico.

Durante il tirocinio - Il tirocinante è tenuto a registrare le presenze in un apposito registro.

A tirocinio completato - Il tirocinante deve far compilare al tutore aziendale il “questionario per la valutazione della preparazione dello studente” e redigere la “relazione finale”.  Tali documenti vanno consegnati, completi delle firme (dello studente, del tutore aziendale e del tutore universitario) al Servizio di Tutoraggio, assieme al registro delle presenze, prima della registrazione.

Registrazione

Per la registrazione del tirocinio, lo studente dovrà iscriversi all'appello on-line (fissato prima di ogni sessione di laurea) e presentarsi all'appello munito del libretto univeristario.

Contatti

telefono: 0481.599266

NB!
Si ricorda che verranno accettati solo documenti redatti in modalità digitale, privi di modifiche o integrazioni scritte a mano, che inficiano la validità del documento.
Ultimo aggiornamento: 06-06-2019 - 18:27